venerdì 10 luglio 2009

PostHeaderIcon The Gift Of Light

Il mio primo racconto, datato all'incirca al novembre del 2008. Liberamente ispirato all'immagine di Adele Lorienne che trovate qui sotto.


Music: http://www.youtube.com/watch?v=mPOshjF1c9w


- Glael! Glael!
Faeren sedeva sul ramo più possente dell’albero, le mani chiuse a coppa e la fronte da bambino aggrottata come se stesse sopportando uno sforzo sovrumano, perso nella concentrazione, compenetrato con la natura.
Il legno su cui era gentilmente posato il corpo del fanciullo era dei più forti e vigorosi della foresta, una quercia vecchia e gentile che gli sfiorava le spalle con le sue foglie larghe; come una nonna lo incoraggiava silenziosa. Il tronco possente e alto, solcato da miriadi di rughe, s’innalzava solitario per poi dividersi e intrecciarsi nei rami che creavano un posto perfetto in cui riflettere…e sognare.
Le radici arrivavano a misurare quanto le fragili betulle e spuntavano birichine dal terreno per poi rifondarsi nella terra; sembravano arrivare con la loro maestosità fino all’altro capo del mondo.
L’albero era sovrano al centro della radura e i suoi giovani compagni si tenevano rispettosi a dovuta distanza.
Sotto di lui esisteva un prato di un verde acceso, quasi sognante, e quando la luce del Sole – amorevole padre – accarezzava ciascuno di quei fragili steli, vi si sentiva nel cuore l’energia della vita attraversarti da parte a parte.
Natura. Pura natura. Attorno non potevi trovarvi altro; neppure i leggiadri uccelli osavano con i loro piacevoli canti interrompere la calma che regnava in quel luogo. Nessuno ne era in grado, nemmeno lo spregevole uomo che tanti boschi e tanti alberi più vecchi di lui aveva spezzato, nemmeno lui che bruciava vita solo per il piacere del calore che ne derivava. No, nessuno avrebbe profanato quel luogo magico e misterioso che al solo guardarlo ti incuteva tranquillità e timore, gioia e nostalgia, serenità e senso di colpa.
- Glael! Per favore, ti prego, accenditi! Glael!
Faeren, figlio della foresta, elfo, amico, continuava nei suoi vani intenti. Erano giorni che ci provava, appartato nel suo mondo, in quella che era la sua vera casa, ma ancora non era riuscito a fare quel piccolo incantesimo. Cercava di accendere fra le mani un globo di luce che lo avrebbe accompagnato nei momenti di buio della notte, nelle caverne della montagna, e in tutti quei luoghi in cui cerchi spasmodicamente il sole senza mai riuscire ad averlo affianco a farti compagnia e a consolarti con il suo dolce e impalpabile calore.
Nel frattempo si era alzato un vento fresco che faceva stormire le fronde della quercia, producendo una musica soave indescrivibile, quasi ricordo di tempi passati, quasi mistero di ere antiche. La musica della natura è insuperabile, è la massima espressione della potenza dell’elemento per eccellenza. Terra, aria, acqua, fuoco. Musica per chi sa ascoltare, per chi sa amare. Emozione.
Il fanciullo smise per un attimo il suo esercizio e si fermò a contemplare i suoni e la sua amata quercia, le cui braccia lo cingevano amorevolmente e con fare protettivo come quelle di una madre.
- Ti voglio bene… - mormorò fra le labbra mentre accarezzava la superficie rugosa dei rami e si lasciava coccolare dai sottili e frondosi rami pieni di vigorose foglie.
Solo allora chiuse gli occhi e dimenticò il compito gravoso che stava svolgendo attimi prima. Assaporò la perfezione, la bellezza della natura; si sentì parte di quel quadro e allo stesso tempo staccato; si sentì per la prima volta vivo. I fiori, l’erba, gli alberi, persino il cielo; avvertiva la sensazione che tutto ciò gli stesse passando attraverso, riempiendolo di un energia a lui estranea. Non aveva corpo, era pura aria, un’anima solitaria nel paesaggio d’infinito che si profilava davanti agli occhi del suo cuore in estasi. Fu solo un attimo, l’attimo più bello. E quando riaprì gli occhi si trovò con un globo che splendeva di luce propria fra le mani. Era di un bianco che dava calore e sembrava che ai lati spuntassero due piccole ali luminose. La sua bocca si aprì a un sorriso. Aveva capito.
La natura stessa gli aveva fatto un dono. Nel rispetto che Faeren portava per essa, aveva voluto di propria spontanea volontà aiutarlo in quel piccolo compito e al contempo fargli passare qualche istante di benessere. Un dono che arrivava dall’animo stesso della massima potenza dell’universo. Un dono di bontà. Il dono della luce.
All’improvviso esausto, ma pieno di una gioia incontenibile, si lasciò scivolare lungo il tronco della quercia e si addormentò sul letto d’erba, umida di rugiada, con i calorosi raggi del sole come unica coperta…

0 commenti:

Posta un commento

Lettori fissi

Sto leggendo...

Più riguardo a La diciassettesima luna

La mia Libreria

  • Cronache del Mondo Emerso
  • Le Guerre del Mondo Emerso
  • Leggende del Mondo Emerso
  • Le Creature del Mondo Emerso
  • Guerre del Mondo Emerso - Guerrieri e Creature
  • Wojny Świata Wynurzonego - Sekta Zabójców
  • I Regni di Nashira
  • Favole degli Dei
  • High Voltage Tattoo
  • The Tattoo Chronicles
  • Encyclopedia Gothica
  • White: A Decade
  • Arlene's Heart
  • Favole
  • Misty Circus
  • Graceling
  • Fire
  • Fallen
  • Torment
  • Passion
  • Rapture
  • Fallen in Love
  • Il Bacio dell'Angelo Caduto
  • My Land
  • La Sedicesima Luna
  • La Diciassettesima Luna
  • La Corsa delle Onde
  • I Lupi di Mercy Falls
  • La Saga del Lupo
  • Esbat
  • La Profezia delle Inseparabili
  • Black Friars
  • Il Sangue di Faun
  • Gli Eroi del Crepuscolo
  • La Strada che Scende nell'Ombra
  • La Leggenda di Earthsea
  • La trilogia di Sevenwaters
  • Il Ciclo dell'Eredità
  • Harry Potter
  • Queste Oscure Materie
  • Alice nel Paese della Vaporità
  • Il Signore degli Anelli
  • Il Silenzio di Lenth
  • Il Risveglio delle Tenebre
  • La Guerra Degli Elfi
  • Artemis Fowl
  • I Guardiani della Notte
  • La Scacchiera Nera
  • L'Ombra Del Guerriero
  • Il Ciclo di Shannara
  • Cronache del Ghiaccio e del Fuoco
  • La Leggenda di Otori
  • Le Cronache di Spiderwick
  • Le Cronache di Narnia
  • Reckless, lo specchio dei mondi
  • Septimus Heap
  • L'Alchimia di Nina
  • La Bambina della Sesta Luna
  • La trilogia di Geno
  • Morga, la Maga del Vento
  • La Ragazza Drago
  • Tiffany e i Piccoli Uomini Liberi
  • Un Cappello Pieno di Stelle
  • Il prodigioso Maurice e i suoi geniali roditori
  • Il Libro del Drago
  • Fairy Oak
  • I Misteri di Fairy Oak
  • Arthur e il popolo dei Minimei
  • Coraline
  • Il Figlio del Cimitero
  • Stardust
  • Timeline
  • La Fine del Mondo e il Paese delle Meraviglie
  • 1Q84
  • La Ragazza Fantasma
  • Io & Dewey
  • Io & Marley
  • Luisito, una storia d'amore
  • L'Arte di Correre Sotto la Pioggia
  • L'anno della lepre
  • Chocolat
  • Le Scarpe Rosse
  • Cinque Quarti d'Arancia
  • Vino, Patate e Mele Rosse
  • La Scuola dei Desideri
  • Le Parole Segrete
  • Il Seme Del Male
  • Il Ragazzo Con Gli Occhi Blu
  • Profumi, Giochi e Cuori Infranti
  • La Lettrice Bugiarda
  • La Ragazza Che Rubava Le Stelle
  • La Casa dei Mai Nati
  • La Biblioteca dei Morti
  • Il Colore del Sole
  • L'Ombra del Vento
  • Il Gioco dell'Angelo
  • Marina
  • Le Luci di Settembre
  • Il Palazzo della Mezzanotte
  • Il Prigioniero del Cielo
  • Crypto
  • Angeli e Demoni
  • Il Codice Da Vinci
  • Il Simbolo Perduto
  • Snow Flower And The Secret Fan
  • Memorie di una Geisha
  • Sašenka
  • Ai Piani Bassi
  • La Bambinaia Francese
  • Mille Splendidi Soli
  • Il Cacciatore di Aquiloni
  • Beautiful Malice
  • Le ho mai raccontato del vento del Nord
  • La Settima Onda
  • Per Non Dirle Addio
  • Ricordati di Guardare la Luna
  • Quando Ho Aperto gli Occhi
  • A Voce Alta - The Reader
  • Pastorale Americana
  • Miles Gloriosus
  • Aulularia
  • Eunuchus
  • Phormio
  • La Favola di Eros e Psiche
  • Saffo - Poesie
  • Decameron
  • Elogio della Follia
  • La Locandiera
  • L'Ingannatore di Siviglia
  • La Vita è Sogno
  • Shakespeare - Tutto il Teatro
  • Don Chisciotte della Mancia
  • Lettere a un giovane poeta
  • Il Piacere
  • Il Fuoco
  • Le Vergini delle Rocce
  • L'Innocente
  • La Lettera Scarlatta
  • Le Affinità Elettive
  • Madame Bovary
  • Educazione Sentimentale
  • La Vergine e lo Zingaro
  • Moll Flanders
  • Sherlock Holmes
  • Il Ritratto di Dorian Gray
  • Notre-Dame de Paris
  • Il Conte di Montecristo
  • I Tre Moschettieri
  • Ragione e Sentimento
  • David Copperfield
  • Il Giovane Holden
  • 1984
  • Dracula
  • Carmilla
  • M. R. James - Tutti i racconti di fantasmi
  • Lovecraft - La tomba e altri racconti dell'incubo
  • Poe - Il Corvo e tutte le poesie
  • Magick