venerdì 23 ottobre 2009

PostHeaderIcon Tyrsek, la bussola del cielo III



Ecco a voi il terzo episodio ;D











“Hai ancora intenzione di recuperare… quel coso?” disse Kendra, appena raggiunse il suo compagno. “Le tue parole sono sempre fuori luogo. Ebbene sì, credo non abbiamo scelta.” Rispose il Veggente, in un sospiro gravoso. “Fammi vedere le mani” aggiunse poi.
La donna mostrò i palmi insanguinati, distogliendo lo sguardo. La pelle era aperta in più punti, coperta da strati di sangue rappreso, mentre filamenti rossastri si erano seccati nelle venature del palmo. Della pelle ambrata della donna si vedeva ben poco. Il Veggente estrasse dalla sacca una borraccia d’acqua, semivuota. “Ma sei pazzo? Qui non c’è nemmeno una fonte, niente, e tu vuoi sprecare gli ultimi sorsi così? In fondo non sono gravi.” Sbottò Kendra, ritirando le mani dalla sua presa. Il suo spirito di contraddizione si faceva vedere anche qui, nonostante tutte le difficoltà il suo carattere scontroso e lunatico non era ancora sopito. In fondo era una buona donna, e un’ottima Vestale. Se non fosse stato per questo, l’uomo non l’avrebbe mai scelta come alleata.
“Eravamo d’accordo che avrei deciso io. Se non ti lasci curare le ferite si infetteranno, e allora diventerà veramente inutile proseguire.” Quindi la donna si mostrò più accondiscendente; non voleva farsi sottomettere, ma al contempo comprendeva la gravità della situazione. Il Veggente sfruttò il minimo d’acqua per lavare il sangue rappreso, poi strappò alcune strisce dal mantello già logoro di Kendra, e coprì le ferite.
Mentre si accingevano a riprendere il cammino per avvicinarsi nuovamente al tempio, Kendra si decise a parlare. “Signore, dovrei dirvi una cosa.” Mormorò, più gentile del normale. “Parla” rispose l’altro. “Durante il terremoto, quando mi arrampicavo… io… ecco… mi è caduto il Tyrsek. Però l’ho recuperato subito, adesso è con me.” E così dicendo estrasse l’oggetto dalla bisaccia. “Solo che non sono in grado di verificare se sia ancora intatto.” Aggiunse, preoccupata sia per il manufatto prezioso che per la reazione del compagno. Il Veggente rimase impassibile; muto, prese il Tyrsek dalle mani della donna e aprì lo scomparto nascosto. Numerose venature estranee intaccavano la pellicola grigiastra. Lo puntò al cielo. Comparirono alcuni punti, qualche scritta, ma nello schermo erano evidenti i vuoti enormi nelle prossimità dei graffi. “Si è rotto.” Constatò il Veggente, atono, senza manifestare rabbia o rammarico. “Mancano numerose stelle, e i pianeti sono invisibili. Però non tutto è andato a male. Ringrazia il fato se con le mie conoscenze astronomiche riusciremo lo stesso a capirci qualcosa.” E così riprese a camminare, attento ad aggirare gli abissi e i sentieri pericolosi. Non restituì la bussola celeste, bensì la tenne stretta nella mano avvolta da uno spesso guanto di pelle. Non aveva mostrato la sua collera per il semplice fatto che sarebbe stato del tutto inutile, in una situazione così era ovvio cercare di evitare ogni minima discussione, e quindi andare avanti verso la meta in ogni caso.
Raggiunsero nuovamente l’altare. Restarono alcuni secondi a contemplarlo: pareva invitarli a fare un altro passo falso, un altro ancora, così da poter porre fine alle loro vite. Ma i viandanti non si sarebbero arresi così presto. “Che facciamo?” chiese Kendra. “Sinceramente, non lo so” e così il Veggente si sedette sulla terra brulla, entrando in meditazione.
“Ti sembra questo il momento per dormire?” disse la donna dopo un po’, guardandolo di sottecchi. “Forse è ora che cominci a calmarti, signorina. Fino adesso ho tollerato il tuo comportamento, ma a quanto pare non ti sei accorta che per tutto il tempo sei stata d’intralcio. Ora, fa qualcosa di utile. Fammi vedere che hai portato con te.” Gli rispose a tono l’uomo.
Kendra obbedì. Svuotò di malagrazia il contenuto della borsa: una sacca di tela che conteneva il cibo, due borracce d’acqua e una più piccola contenente un liquido dai poteri curativi, un grimaldello, quattro cerchi di onice di diverse dimensioni e una pietra bianca levigata di dubbio uso. Il Veggente prese questi ultimi, e li osservò nella scarsa luce riflessa dagli smeraldi. Era un sortilegio comune, spesso influenzato dal Sacerdote che imponeva l’incantesimo, che quasi certamente non avrebbe funzionato. Ma ormai era agli sgoccioli, e anche la sola speranza di una riuscita era capace di rianimarlo. Quindi posò i quattro cerchi uno all’interno dell’altro, esattamente di fronte all’altare. Poggiò la pietra sopra di essi e attese. I cerchi levitarono lentamente, assorbendo la luce rossastra emanata dal piccolo tempio, trascinando con sé anche la pietra. Questa prese a brillare lievemente, per poi mandare una luce tale da impedirne la vista. I bagliori erano vermigli con sfumature bianche, e scendeva lentamente, tanto che sembrò che i cerchi si stessero pian piano riportando a terra. Tutto tornò come prima, tranne che al posto della pietra adesso giaceva qualcos’altro… “Visto che dei miei sortilegi non si può mai dubitare?” esclamò Kendra, sentendosi finalmente riscattata.

5 commenti:

vincenzo ha detto...

bello la storia va avanti ci sarà il quarto? :) !!!!!!!!!!!!!!

Frankie P. ha detto...

Penso di sì... ho intenzione di farla andare avanti finchè non mi scoccio XD

Fran ha detto...

Questo è quello che mi è piaciuto di più! Non lo dico per dire... Sai che quando hai descritto le ferite di Kendra è come se le avessi viste per davvero? Inoltre mi piace molto l'atteggiamento del Veggente...
Ti segnalo un errore di battitura:
"Il Veggente prese questi ultimi, e LI osservò..."

Frankie P. ha detto...

Grazie ^^ L'avevo notato anch'io ieri sera mentre correggevo... provvedo subito a modificare

Fran ha detto...

Di nulla... Comunque come vedi non risparmierò neanche te dal farti notare gli errori... Di battitura e non! Niente scrupoli! ;)
A parte gli scherzi... Se ho qualcosa da dire la dico... Con Tyrsek II l'ho fatto. Quindi continuerò a farlo :)

Posta un commento

Lettori fissi

Sto leggendo...

Più riguardo a La diciassettesima luna

La mia Libreria

  • Cronache del Mondo Emerso
  • Le Guerre del Mondo Emerso
  • Leggende del Mondo Emerso
  • Le Creature del Mondo Emerso
  • Guerre del Mondo Emerso - Guerrieri e Creature
  • Wojny Świata Wynurzonego - Sekta Zabójców
  • I Regni di Nashira
  • Favole degli Dei
  • High Voltage Tattoo
  • The Tattoo Chronicles
  • Encyclopedia Gothica
  • White: A Decade
  • Arlene's Heart
  • Favole
  • Misty Circus
  • Graceling
  • Fire
  • Fallen
  • Torment
  • Passion
  • Rapture
  • Fallen in Love
  • Il Bacio dell'Angelo Caduto
  • My Land
  • La Sedicesima Luna
  • La Diciassettesima Luna
  • La Corsa delle Onde
  • I Lupi di Mercy Falls
  • La Saga del Lupo
  • Esbat
  • La Profezia delle Inseparabili
  • Black Friars
  • Il Sangue di Faun
  • Gli Eroi del Crepuscolo
  • La Strada che Scende nell'Ombra
  • La Leggenda di Earthsea
  • La trilogia di Sevenwaters
  • Il Ciclo dell'Eredità
  • Harry Potter
  • Queste Oscure Materie
  • Alice nel Paese della Vaporità
  • Il Signore degli Anelli
  • Il Silenzio di Lenth
  • Il Risveglio delle Tenebre
  • La Guerra Degli Elfi
  • Artemis Fowl
  • I Guardiani della Notte
  • La Scacchiera Nera
  • L'Ombra Del Guerriero
  • Il Ciclo di Shannara
  • Cronache del Ghiaccio e del Fuoco
  • La Leggenda di Otori
  • Le Cronache di Spiderwick
  • Le Cronache di Narnia
  • Reckless, lo specchio dei mondi
  • Septimus Heap
  • L'Alchimia di Nina
  • La Bambina della Sesta Luna
  • La trilogia di Geno
  • Morga, la Maga del Vento
  • La Ragazza Drago
  • Tiffany e i Piccoli Uomini Liberi
  • Un Cappello Pieno di Stelle
  • Il prodigioso Maurice e i suoi geniali roditori
  • Il Libro del Drago
  • Fairy Oak
  • I Misteri di Fairy Oak
  • Arthur e il popolo dei Minimei
  • Coraline
  • Il Figlio del Cimitero
  • Stardust
  • Timeline
  • La Fine del Mondo e il Paese delle Meraviglie
  • 1Q84
  • La Ragazza Fantasma
  • Io & Dewey
  • Io & Marley
  • Luisito, una storia d'amore
  • L'Arte di Correre Sotto la Pioggia
  • L'anno della lepre
  • Chocolat
  • Le Scarpe Rosse
  • Cinque Quarti d'Arancia
  • Vino, Patate e Mele Rosse
  • La Scuola dei Desideri
  • Le Parole Segrete
  • Il Seme Del Male
  • Il Ragazzo Con Gli Occhi Blu
  • Profumi, Giochi e Cuori Infranti
  • La Lettrice Bugiarda
  • La Ragazza Che Rubava Le Stelle
  • La Casa dei Mai Nati
  • La Biblioteca dei Morti
  • Il Colore del Sole
  • L'Ombra del Vento
  • Il Gioco dell'Angelo
  • Marina
  • Le Luci di Settembre
  • Il Palazzo della Mezzanotte
  • Il Prigioniero del Cielo
  • Crypto
  • Angeli e Demoni
  • Il Codice Da Vinci
  • Il Simbolo Perduto
  • Snow Flower And The Secret Fan
  • Memorie di una Geisha
  • Sašenka
  • Ai Piani Bassi
  • La Bambinaia Francese
  • Mille Splendidi Soli
  • Il Cacciatore di Aquiloni
  • Beautiful Malice
  • Le ho mai raccontato del vento del Nord
  • La Settima Onda
  • Per Non Dirle Addio
  • Ricordati di Guardare la Luna
  • Quando Ho Aperto gli Occhi
  • A Voce Alta - The Reader
  • Pastorale Americana
  • Miles Gloriosus
  • Aulularia
  • Eunuchus
  • Phormio
  • La Favola di Eros e Psiche
  • Saffo - Poesie
  • Decameron
  • Elogio della Follia
  • La Locandiera
  • L'Ingannatore di Siviglia
  • La Vita è Sogno
  • Shakespeare - Tutto il Teatro
  • Don Chisciotte della Mancia
  • Lettere a un giovane poeta
  • Il Piacere
  • Il Fuoco
  • Le Vergini delle Rocce
  • L'Innocente
  • La Lettera Scarlatta
  • Le Affinità Elettive
  • Madame Bovary
  • Educazione Sentimentale
  • La Vergine e lo Zingaro
  • Moll Flanders
  • Sherlock Holmes
  • Il Ritratto di Dorian Gray
  • Notre-Dame de Paris
  • Il Conte di Montecristo
  • I Tre Moschettieri
  • Ragione e Sentimento
  • David Copperfield
  • Il Giovane Holden
  • 1984
  • Dracula
  • Carmilla
  • M. R. James - Tutti i racconti di fantasmi
  • Lovecraft - La tomba e altri racconti dell'incubo
  • Poe - Il Corvo e tutte le poesie
  • Magick