sabato 7 novembre 2009

PostHeaderIcon Tyrsek, la bussola del cielo V

Il quinto capitolo del Tyrsek, a quanto pare la mia saga più seguita ;) Enjoy!


“Codice Dem0971R.”
“Cosa?”
“Una Sam-rjah.” Il silenzio scese cupo fra loro.
Tre figure sostavano in un ambiente asettico annesso alla stanza dove Kendra e il Veggente erano apparsi. La visualizzazione era avvenuta perfettamente, e la coppia non aveva perso tempo per mettersi al lavoro. Un bianco abbacinante dominava il luogo dal soffitto alto. Al centro vi erano numerosi macchinari e monitor di svariate dimensioni, da cui proveniva un ronzio sommesso. Un giovane uomo li controllava tutti dalla sua postazione, sotto l’occhio attento dei viandanti.
La rosa galleggiava in una teca trasparente; attorno alla sua superficie vorticavano filamenti azzurrini, scariche elettriche dalla forma mutevole di saette. Su uno schermo comparivano scritte e codici a ritmo sostenuto, intanto che la sagoma tridimensionale di un mostro si delineava pian piano sullo sfondo nero. Aveva parvenze di donna, con lunghi artigli che si propagavano dalla pelle scarlatta. Due corna taurine spuntavano dal capo ricoperto da una fitta peluria nera. Occhi vitrei, senza sguardo, e lunghe zanne che si allungavano dalla bocca, piccola e suadente. Le labbra erano carnose, piene, assetate di sangue.
“Potevi dirlo subito di cosa si trattava!” sbottò Kendra, incrociando le braccia. “Che senso ha tutta quella sfilza di numeri e lettere? È una Sam-rjah, e questo basta.” Aggiunse, avvicinando il volto alla rosa, che circondata da quella gabbia d’energia pareva ancora più eterea, e fragile. “Letale”, pensò la donna, storcendo lievemente il naso.
“I codici sono informazioni essenziali per individuare il corpo intrappolato nell’oggetto da analizzare. Sappiamo ora che si tratta di un demone, precisamente la 971a specie catalogata.” L’uomo posto a comando degli strumenti elettronici prese a snocciolare varie informazioni, noncurante della poca attenzione ricevuta. Indossava una lunga veste dorata, che contraddiceva con la folta chioma di un colore adamantino dai riflessi cerulei. Capelli che quasi toccavano terra, e che non avevano mai incontrato la luce del sole. “E sappiamo anche che si tratta di un codice rosso, ovvero…”
“Che dobbiamo procedere con la massima cautela.” Concluse Kendra al suo posto.
Il Veggente era rimasto tutto il tempo discosto, ad osservare la scena. La sua mente lavorava febbrilmente, gli occhi percorsi da impercettibili guizzi. “Ci puoi dire qualcos’altro sulle Sam-rjah?” chiese d’un tratto.
“Oltre a quello che sapete già? No, null’altro.” Rispose l’uomo, quasi trattenendosi dall’aggiungere le sue perplessità.
Lo schermo che circondava la rosa si fece più sottile, per poi dileguarsi. Il fiore ora appariva indifeso, adagiato sul tavolo come in attesa di una ragazza che l’avrebbe posto con cura in un vaso colmo d’acqua, e che l’avrebbe ricordato dono di un amore ingenuo. “Letale”, pensò il Veggente, mentre un’ombra scura sfiorava il suo sguardo di ghiaccio.

Kendra si era lasciata trascinare dal suo compagno di viaggio in una stanza attigua, abbandonando così quella sorta di laboratorio e l’uomo che vi albergava. Il nuovo ambiente appariva più sobrio: impiantito nero, soffitto basso e cosparso di appigli, pareti ricoperte da lunghi scaffali di libri e armadi chiusi da lucchetti. Non c’era bisogno di illuminazione, perché tutto il versante rivolto a est era fatto di finestre di vetro spesso. Quel lato, dalla forma semicircolare, mostrava un cielo limpido ma spento, dai toni grigiastri. Si dovevano trovare molto in alto, perché non v’erano altri edifici in vista.
Se la prima camera era moderna, tecnologica, innovativa, questa conservava l’austerità tipica dei monasteri medievali. Il contrasto con la precedente lasciava il dubbio di aver attraversato un altro varco spazio-temporale, invece di una semplice porta.
“Cosa c’è?” chiese Kendra, cercando di spingere il Veggente a parlare.
“Forse non ti rendi conto che la questione è molto più grave di quanto ci aspettavamo. Non abbiamo a che fare con un oggetto dotato di poteri, o semplicemente maledetto. In questa rosa c’è un demone, che ha sfruttato le condizioni di Keren’hir a suo vantaggio, per poi rimanere intrappolato all’interno del fiore quando gli stregoni ne hanno circoscritto il raggio d’azione. Al momento è solo assopito, ma non sconfitto. E soprattutto ci vuole molto per sottomettere un demone al nostro volere, al contrario se avessimo trovato una pianta che agiva di sua spontanea volontà.” Disse il Veggente, guardando di sottecchi la donna. Kendra non proferì verbo, preferendo che l’uomo continuasse con le sue considerazioni. “Devo parlare con la Sam-rjah.” Aggiunse dopo. La donna fece per ribattere, ma fu fermata da un gesto del Veggente. “È l’unica soluzione che abbiamo per sfruttare questo suo potere, che al momento ci serve più di ogni altra cosa. Libererai il demone, ma dovrai imporgli un sortilegio immobilizzante per tutto il tempo di cui avrò bisogno.”
“E tu che farai?”
“Io parlerò con la Sam-rjah e la farò scendere a compromessi. Chissà da quanto tempo non si nutre… Hai mezz’ora di tempo per preparare il rituale, poi ti raggiungerò e procederemo come stabilito.” Concluse l’uomo, prima di voltarsi e lasciare Kendra da sola.

8 commenti:

Cry ha detto...

...Wow...

Frankie P. ha detto...

Wow? Solo Wow?
Spero significhi che ti sia piaciuto :D

Cry ha detto...

O.O
Sto boccheggiando.... E' SUPERCALIFRAGILISTICHESPIRALIDOSAMENTEBELLISSIMO!!!!!!!!!!

Vincent ha detto...

si va avanti vero?!!!!
questi racconti stanno prendendo delle strature fantascientifiche!

Frankie P. ha detto...

Il prossimo episodio è a metà stesura. Intendo spiegare il perchè di questo miscuglio fantascientifico, e chiarirò alcuni aspetti di questo particolare tipo di società ;)

Fran ha detto...

In effetti non appena ho iniziato a leggere ho pensato anch'io al fantascientifico... e da quando ho iniziato a leggere il Tyrsek non avrei mai pensato che ci sarebbe stato qualcosa del genere...
Però leggo dai tuoi commenti che nel prossimo capitolo spieghi qualcosa... "...alcuni aspetti di questa particolare tipo di società" hai detto... mmmm... infatti c'è qualcosa di molto singolare...
Mi è piaciuto molto il passaggio da una stanza, stile laboratorio, a una, stile medievale, ma che sembra essere racchiusa in un grattacielo (visto che non si vedono altri edifici)...
è strano... Non riesco a inquadrare bene in che tipo di luogo possano trovarsi... ma allo stesso tempo mi piace!
Inoltre credo che questi, chiamiamoli "particolari indefiniti" siano voluti... o almeno è quello che deduco... Sembra che tu voglia appositamente lasciare quest'aura di mistero, curiosità... che tu voglia indurre il lettore, almeno per ora, a non capire bene, ad esser costretto ad andare avanti per farlo...
E questo non guasta! Se il lettore non è indotto ad andare avanti, non ha curiosità di proseguire è difficile che lo faccia... o cmq lo fa con sforzo, e questo non è bello!
Io invece lo faccio con estrema curiosità! per cui... Non perdo altro tempo e vado al prossimo capitolo! :)

Frankie P. ha detto...

Per adesso "l'aura di mistero" va fin troppo bene, i problemi sono cominciati a sorgere dagli ultimi capitoli, quando le cose inspiegate hanno raggiunto un livello, secondo me, non più sopportabile al lettore. Infatti è molto che non posto un capitolo, questo perchè sto cercando di delineare una trama più precisa: non voglio continuare come ho fatto finora, scrivendo ipotesi su ipotesi e mai programmando il futuro.
Ho notato un particolare strano però: non so se sei mai passata dal blog di Eleas (Bloggo ergo sum, credo si chiami), lì lui sta scrivendo un romanzo chiamato Insecta. Anch'esso è fantascientifico, e riprende tantissimi aspetti che ritrovo anche qui. Dubito che lui conosca l'esistenza mia e di questo blog, ma rendersi conto che c'è così tanto in comune per quanto riguarda l'ambientazione mi impensierisce... :(
E scusami se ti accolgo in un blog così malmesso, ma il cambio di template (mal riuscito) me l'ha stravolto, e non ho ancora trovato il tempo di rimettere a posto tutti gadget della barra al lato...

Fran ha detto...

Una volta sola sono stata sul blog di eleas... ma non riesco a seguirli tutti! Però posso dirti che a me succede la stessa cosa con licia... molto spesso nei suoi libri ritovo alcune mie idee anche se non del tutto uguali...
Quanto al blog malmesso non preoccuparti... ;)

Posta un commento

Lettori fissi

Sto leggendo...

Più riguardo a La diciassettesima luna

La mia Libreria

  • Cronache del Mondo Emerso
  • Le Guerre del Mondo Emerso
  • Leggende del Mondo Emerso
  • Le Creature del Mondo Emerso
  • Guerre del Mondo Emerso - Guerrieri e Creature
  • Wojny Świata Wynurzonego - Sekta Zabójców
  • I Regni di Nashira
  • Favole degli Dei
  • High Voltage Tattoo
  • The Tattoo Chronicles
  • Encyclopedia Gothica
  • White: A Decade
  • Arlene's Heart
  • Favole
  • Misty Circus
  • Graceling
  • Fire
  • Fallen
  • Torment
  • Passion
  • Rapture
  • Fallen in Love
  • Il Bacio dell'Angelo Caduto
  • My Land
  • La Sedicesima Luna
  • La Diciassettesima Luna
  • La Corsa delle Onde
  • I Lupi di Mercy Falls
  • La Saga del Lupo
  • Esbat
  • La Profezia delle Inseparabili
  • Black Friars
  • Il Sangue di Faun
  • Gli Eroi del Crepuscolo
  • La Strada che Scende nell'Ombra
  • La Leggenda di Earthsea
  • La trilogia di Sevenwaters
  • Il Ciclo dell'Eredità
  • Harry Potter
  • Queste Oscure Materie
  • Alice nel Paese della Vaporità
  • Il Signore degli Anelli
  • Il Silenzio di Lenth
  • Il Risveglio delle Tenebre
  • La Guerra Degli Elfi
  • Artemis Fowl
  • I Guardiani della Notte
  • La Scacchiera Nera
  • L'Ombra Del Guerriero
  • Il Ciclo di Shannara
  • Cronache del Ghiaccio e del Fuoco
  • La Leggenda di Otori
  • Le Cronache di Spiderwick
  • Le Cronache di Narnia
  • Reckless, lo specchio dei mondi
  • Septimus Heap
  • L'Alchimia di Nina
  • La Bambina della Sesta Luna
  • La trilogia di Geno
  • Morga, la Maga del Vento
  • La Ragazza Drago
  • Tiffany e i Piccoli Uomini Liberi
  • Un Cappello Pieno di Stelle
  • Il prodigioso Maurice e i suoi geniali roditori
  • Il Libro del Drago
  • Fairy Oak
  • I Misteri di Fairy Oak
  • Arthur e il popolo dei Minimei
  • Coraline
  • Il Figlio del Cimitero
  • Stardust
  • Timeline
  • La Fine del Mondo e il Paese delle Meraviglie
  • 1Q84
  • La Ragazza Fantasma
  • Io & Dewey
  • Io & Marley
  • Luisito, una storia d'amore
  • L'Arte di Correre Sotto la Pioggia
  • L'anno della lepre
  • Chocolat
  • Le Scarpe Rosse
  • Cinque Quarti d'Arancia
  • Vino, Patate e Mele Rosse
  • La Scuola dei Desideri
  • Le Parole Segrete
  • Il Seme Del Male
  • Il Ragazzo Con Gli Occhi Blu
  • Profumi, Giochi e Cuori Infranti
  • La Lettrice Bugiarda
  • La Ragazza Che Rubava Le Stelle
  • La Casa dei Mai Nati
  • La Biblioteca dei Morti
  • Il Colore del Sole
  • L'Ombra del Vento
  • Il Gioco dell'Angelo
  • Marina
  • Le Luci di Settembre
  • Il Palazzo della Mezzanotte
  • Il Prigioniero del Cielo
  • Crypto
  • Angeli e Demoni
  • Il Codice Da Vinci
  • Il Simbolo Perduto
  • Snow Flower And The Secret Fan
  • Memorie di una Geisha
  • Sašenka
  • Ai Piani Bassi
  • La Bambinaia Francese
  • Mille Splendidi Soli
  • Il Cacciatore di Aquiloni
  • Beautiful Malice
  • Le ho mai raccontato del vento del Nord
  • La Settima Onda
  • Per Non Dirle Addio
  • Ricordati di Guardare la Luna
  • Quando Ho Aperto gli Occhi
  • A Voce Alta - The Reader
  • Pastorale Americana
  • Miles Gloriosus
  • Aulularia
  • Eunuchus
  • Phormio
  • La Favola di Eros e Psiche
  • Saffo - Poesie
  • Decameron
  • Elogio della Follia
  • La Locandiera
  • L'Ingannatore di Siviglia
  • La Vita è Sogno
  • Shakespeare - Tutto il Teatro
  • Don Chisciotte della Mancia
  • Lettere a un giovane poeta
  • Il Piacere
  • Il Fuoco
  • Le Vergini delle Rocce
  • L'Innocente
  • La Lettera Scarlatta
  • Le Affinità Elettive
  • Madame Bovary
  • Educazione Sentimentale
  • La Vergine e lo Zingaro
  • Moll Flanders
  • Sherlock Holmes
  • Il Ritratto di Dorian Gray
  • Notre-Dame de Paris
  • Il Conte di Montecristo
  • I Tre Moschettieri
  • Ragione e Sentimento
  • David Copperfield
  • Il Giovane Holden
  • 1984
  • Dracula
  • Carmilla
  • M. R. James - Tutti i racconti di fantasmi
  • Lovecraft - La tomba e altri racconti dell'incubo
  • Poe - Il Corvo e tutte le poesie
  • Magick