domenica 5 settembre 2010

PostHeaderIcon L’Impenetrabile Reame

Una breve premessa a quello che è il mio mondo, il mio blog, la mia vita. Un breve delirio in attesa.

(Non chiedetemi il perché delle immagini. Lo trovate qui. In fondo, Jonsu si spiega da sé. Stupore.)

Chiedimi. Come l’urlo del lupo, lassù abbarbicato su una cima arcuata, su una coltre imbiancata di neve in discesa. Come il canto dell’aquila, che va svelta su boschi verdi di frescura incantata. Come… come il respiro dell’amante che brama, ancora, nuova pelle da addentare, nuove curve da toccare. Qualcosa… da possedere.

Sono le immagini velate di un barlume distante, i cantori dell’anima in pena. È il percorso, insano, che si prova quando si vola via, o si prende spontaneamente il volo: sarà che forse, perdendo l’equilibrio, ora grido mentre precipito nel vuoto, o il salto è stato agognato, o anche la spinta (sì, la spinta) può essere arrivata da sé.

Insomma, ora è il vuoto. Tutt’intorno, circonda e abbraccia. Come se tempo fa avrebbe potuto esserci altro, oltre al vuoto, come se questo cesto potesse essere colmo di qualcos’altro che non sia stato solo il vuoto. Forse erano mele? Immature. Ma giuro di sentirne ancora il profumo.

Il vuoto sa di mele.

Può, il vuoto, essere così attraente? Certo. E se lo tocchi, si scuote di dosso le foglie secche (e le mele), e sentirai l’aulente sapore un po’ acre dei funghi del sottobosco, mischiato a del sangue che, da una ferita riaperta da poco, riluce e gocciola nel torrente. Lo tinge di rosa, di cipria, di sfumature e lacrime che sono il riverbero di un fiore appena sbocciato. Che cambiamento. Ma in fondo stiamo cadendo da così tanto…

Saranno le bugie, poche, intrise in questo corso infernale, racchiuse in uno scrigno che sa tanto di prezioso concetto (barocco). Rinascimentale. E indietro nei secoli.

JMedioevo nel mio cuore. Confusione come guerra a suon di spade e archi infuocati, ballate che sono le dame racchiuse in cerchio (com’era che si chiamava? La ronda! La mia vecchia anima lo ricorda ancora). I cerchi dei druidi, celtici, di magie misteriose.

Medioevo nel mio cuore. Arde come il candelabro della donna che va a trovare il principe adagiato nelle sue stanze, arde come un capanno andato a fuoco per ingiuria al re. Eppure c’è la calma di un lago gelido a lambirne i bordi, quasi a creare la barriera, la copertura ideale per un mondo che fuori non è che ferro pronto a infilzarti. No, l’ascia, il pugnale, la scure… fan meno male.

Perché deliro? Perché non ho altro da fare.

Chiedimi cos’ho, ma non saprò riversarti addosso altro che non siano i miei desideri, ma le mie colpe (no!) resteranno rinchiuse, carcerarie cullate nelle loro celle d’oro e vetro satinato. Negli specchi incontrano i loro volti veri, corrosi, inaciditi, ma nel riflesso c’è la bellezza macabra del loro peccato. E il desiderio può essere più puro di ogni singolo errore? Non sono per caso gemelli, partoriti dalla stessa mente malata? Desiderio passa, attraverso la grata di lucide gocce d’onice, pezzi di pane imbevuti nell’Hausbrand. Peccato svia lo sguardo, e allora un calice d’idromele (dolce profumo) lo raggiunge arrivato da chissà dove, e nel suo stillare ambrato trova la lingua, il bacio, il ricordo che Desiderio tramite Passione gli cede.

Passione? Dove? Chi ha nominato Passione? Ti ho perso troppo tempo addietro per solo ricordarmi dove forse ti eri nascosta. Passione! No, scappi di già?

Forse la carcere vera e realistica, tangibile, non è quella che riservo ai miei sentimenti. Oh, beati, potessi essere protetta, deliziata, come loro. E Gola ha il suo bagno di cioccolato, e la Tristezza s’apprezza dei fiori donati da Gioia che, addossandosi il peso, risolleva dal pantano anche Malinconia. Gioia oggi è abbigliata di bianco, come un angelo caduto dal cielo.

J1Forse la carcere vera e realistica, odiabile, è quella che davvero esiste intorno a me. E scopro che in verità Passione gioca a nascondino con tutti gli altri, si diverte nell’Eden del mio corpo. Come fa esso ancora a vivere, se scosso da tanti sogni, non me lo so spiegare neanche io. Eppure, se guardo oltre la tenda, lì, fuori dal castello (Medioevo nel mio cuore!), c’è qualcosa… no, non il drago che sorvola il cielo, no, non la sirena che nuota nel lago, no, neanche quel fauno sul prato! Lì, nel bosco. Brava mente, avvicina l’immagine, inquadra quella radura…

Qualcuno piange. Uno, due, tre vaghe forme che sembrano bruma e hanno aspetto di fanciulla. Sì, sono loro, povere, indifese. Lussuria, Dolores e Solitudine.

Siamo caduti. Attraverso un vuoto che sa di mele, e poi per carceri e segrete che sono la reggia dell’espiazione. Ora siamo al quinto piano di un castello…

Dal basso verso l’alto. Le celle si trovano in basso. Ma ora si vede un cielo così limpido, terso, così fantasticamente delizioso nel suo azzurro venato di viola come se esso ne fosse l’intricato merletto. Dal basso verso l’alto. Allora siamo saliti!

Ho creato un mondo: sa di salsedine di un mare che non esiste (bugiarda! Sì, lo so), ha delle montagne, più in fondo, che ricordano i limiti della poesia. Come se essa avesse limiti (bugiarda! No, è il mio cuore ad avere limiti, cara).

Ho creato un mondo. O è solo un villaggio? Una contea… solo una contea per far vivere, dolcemente, ogni singola parte di me. Prendono brevi vacanze dalla realtà e si rifugiano qui, dove non tutto è concesso, ma almeno sono io che concedo. Ora che ci penso, Senno sono già diversi anni che è qui, e pare di non volersene andare.

J3Sono in tanti, non li posso controllare. Qui non ho il dovere di farlo, almeno, e allora perché non abbandonarli? Il vero involucro di me si svuota ogni giorno di più, è la tinozza che lascia scivolare l’acqua dal tappo tolto dalla bambina giocosa, è la bottiglia che si rovescia e che riversa tutto fuori. È il barile trafitto da una katana che non duole.

La riunione di Lussuria, Dolores e Solitudine procede calma. Chiudo le imposte. Mi allontano.

Il mantello struscia sul pavimento in pietra (che bel mantello! Tinteggiato d’acquamarina, è la voce del mio spirito). Il piede incontra una pozzanghera di inchiostro nero che cola dal soffitto. L’inchiostro è il veleno del reale che s’infiltra, maledetto, e che per quanto io cerchi di rinforzare questo cielo d’inverno, riesce sempre a spirare più forte. Sento lo sciabordio del liquido che si muove, e, già in trappola, mi trascina fuori dallo schermo del mio benessere confusionale. Mi avvinghia le caviglie, mi chiama verso il suo posto fin troppo normale. Perché dovrei vivere lì? Io appartengo a questa contea. Io resto qui.

E allora, miracolo, la nera polla si secca ed evapora. Sparisce. Prigioniera della mia fantasia, una volta per tutte! Rido. Non tutte le gattabuie sono dispiaceri.

Ecco, chi vuole, (abbiamo anche il giullare! Chi? Perfido. È un bravo attore), venite al mio breve giro, da turisti, con calma, niente foto. Non è un circo, sebbene potreste divertirvi, è in verità quel che qui più potrebbe somigliare a un museo. Toccherete quello che è l’Impenetrabile Reame, l’angolo dei sentimenti e delle emozioni che si rifugiano. Questi appartengono a me unicamente, accompagnati dai ricordi appena appannati dallo scossone del viaggio. I miei cari fanciulli, qui, tutti insieme…

Benvenuti nell’Impenetrabile Reame! La mia, ebbene sì, incantevole prigione.

5 commenti:

Vinci ha detto...

Sei nuova...
Buona fortuna!

Crystal ha detto...

Se vengo a trovarti nella tua incantevole prigione, Lady Dubhe, devo venire da turista?? Non è che posso venire da ospite che ha voglia di condividere una nuova libertà con la padrona di casa? La prossima volta ti ricambio il favore e ci facciamo un giretto nel mio, di mondo ;)

Anonimo ha detto...

Ho un sogno.Leggere un giorno un libro scritto da te.Un libro che mi lasci fino all'ultimo con il fiato sospeso.Non credo che sia possibile che si avveri un sogno così ma nulla mi toglie la possibilità di sperare.Sei veramente brava.

Anonimo ha detto...

Ho un sogno.Leggere un giorno un libro scritto da te.Sono consapevole del fatto che potrebbe essere addirittura impensabile ma mi sono ritenuta lo stesso in dovere di dichiararti questo mio sogno.I tuoi racconti mi hanno tutti rapito in un modo spettacolare.Saluti.

Frankie P. ha detto...

Grazie, se un giorno ciò avverrà sarà anche merito tuo e di tutti quelli che commentando sostengono i miei sogni e i miei scritti :)
In ogni caso c'è da aggiungere che per la quantità scarsa dei miei racconti mensili, prima di vedere un romanzo intero ci vorrà molto, ma molto tempo u.u

Posta un commento

Lettori fissi

Sto leggendo...

Più riguardo a La diciassettesima luna

La mia Libreria

  • Cronache del Mondo Emerso
  • Le Guerre del Mondo Emerso
  • Leggende del Mondo Emerso
  • Le Creature del Mondo Emerso
  • Guerre del Mondo Emerso - Guerrieri e Creature
  • Wojny Świata Wynurzonego - Sekta Zabójców
  • I Regni di Nashira
  • Favole degli Dei
  • High Voltage Tattoo
  • The Tattoo Chronicles
  • Encyclopedia Gothica
  • White: A Decade
  • Arlene's Heart
  • Favole
  • Misty Circus
  • Graceling
  • Fire
  • Fallen
  • Torment
  • Passion
  • Rapture
  • Fallen in Love
  • Il Bacio dell'Angelo Caduto
  • My Land
  • La Sedicesima Luna
  • La Diciassettesima Luna
  • La Corsa delle Onde
  • I Lupi di Mercy Falls
  • La Saga del Lupo
  • Esbat
  • La Profezia delle Inseparabili
  • Black Friars
  • Il Sangue di Faun
  • Gli Eroi del Crepuscolo
  • La Strada che Scende nell'Ombra
  • La Leggenda di Earthsea
  • La trilogia di Sevenwaters
  • Il Ciclo dell'Eredità
  • Harry Potter
  • Queste Oscure Materie
  • Alice nel Paese della Vaporità
  • Il Signore degli Anelli
  • Il Silenzio di Lenth
  • Il Risveglio delle Tenebre
  • La Guerra Degli Elfi
  • Artemis Fowl
  • I Guardiani della Notte
  • La Scacchiera Nera
  • L'Ombra Del Guerriero
  • Il Ciclo di Shannara
  • Cronache del Ghiaccio e del Fuoco
  • La Leggenda di Otori
  • Le Cronache di Spiderwick
  • Le Cronache di Narnia
  • Reckless, lo specchio dei mondi
  • Septimus Heap
  • L'Alchimia di Nina
  • La Bambina della Sesta Luna
  • La trilogia di Geno
  • Morga, la Maga del Vento
  • La Ragazza Drago
  • Tiffany e i Piccoli Uomini Liberi
  • Un Cappello Pieno di Stelle
  • Il prodigioso Maurice e i suoi geniali roditori
  • Il Libro del Drago
  • Fairy Oak
  • I Misteri di Fairy Oak
  • Arthur e il popolo dei Minimei
  • Coraline
  • Il Figlio del Cimitero
  • Stardust
  • Timeline
  • La Fine del Mondo e il Paese delle Meraviglie
  • 1Q84
  • La Ragazza Fantasma
  • Io & Dewey
  • Io & Marley
  • Luisito, una storia d'amore
  • L'Arte di Correre Sotto la Pioggia
  • L'anno della lepre
  • Chocolat
  • Le Scarpe Rosse
  • Cinque Quarti d'Arancia
  • Vino, Patate e Mele Rosse
  • La Scuola dei Desideri
  • Le Parole Segrete
  • Il Seme Del Male
  • Il Ragazzo Con Gli Occhi Blu
  • Profumi, Giochi e Cuori Infranti
  • La Lettrice Bugiarda
  • La Ragazza Che Rubava Le Stelle
  • La Casa dei Mai Nati
  • La Biblioteca dei Morti
  • Il Colore del Sole
  • L'Ombra del Vento
  • Il Gioco dell'Angelo
  • Marina
  • Le Luci di Settembre
  • Il Palazzo della Mezzanotte
  • Il Prigioniero del Cielo
  • Crypto
  • Angeli e Demoni
  • Il Codice Da Vinci
  • Il Simbolo Perduto
  • Snow Flower And The Secret Fan
  • Memorie di una Geisha
  • Sašenka
  • Ai Piani Bassi
  • La Bambinaia Francese
  • Mille Splendidi Soli
  • Il Cacciatore di Aquiloni
  • Beautiful Malice
  • Le ho mai raccontato del vento del Nord
  • La Settima Onda
  • Per Non Dirle Addio
  • Ricordati di Guardare la Luna
  • Quando Ho Aperto gli Occhi
  • A Voce Alta - The Reader
  • Pastorale Americana
  • Miles Gloriosus
  • Aulularia
  • Eunuchus
  • Phormio
  • La Favola di Eros e Psiche
  • Saffo - Poesie
  • Decameron
  • Elogio della Follia
  • La Locandiera
  • L'Ingannatore di Siviglia
  • La Vita è Sogno
  • Shakespeare - Tutto il Teatro
  • Don Chisciotte della Mancia
  • Lettere a un giovane poeta
  • Il Piacere
  • Il Fuoco
  • Le Vergini delle Rocce
  • L'Innocente
  • La Lettera Scarlatta
  • Le Affinità Elettive
  • Madame Bovary
  • Educazione Sentimentale
  • La Vergine e lo Zingaro
  • Moll Flanders
  • Sherlock Holmes
  • Il Ritratto di Dorian Gray
  • Notre-Dame de Paris
  • Il Conte di Montecristo
  • I Tre Moschettieri
  • Ragione e Sentimento
  • David Copperfield
  • Il Giovane Holden
  • 1984
  • Dracula
  • Carmilla
  • M. R. James - Tutti i racconti di fantasmi
  • Lovecraft - La tomba e altri racconti dell'incubo
  • Poe - Il Corvo e tutte le poesie
  • Magick